84 Responses

← Previous Page 2 of 2
  1. Anna
    Anna at |

    Salve,articolo molto interessante,complimenti! Vorrei porle una domanda. Ho un’associazione culturale educativa ricreativa con sede operativa data in comodato d’uso. Poiché all’interno vorremmo realizzare laboratori,corsi e feste x bambini, dal punto di vista fiscale come ci dovremmo comportare( considerando che abbiamo avuto molte uscite x preparare la sede stessa? Necessariamente una collaborazione occasionale oppure basta una ricevuta normale?
    Grazie mille

  2. Domenico Centanni
    Domenico Centanni at |

    Salve esiste un vademecum o statuto tipo per redigere un’associazione culturale. A quale riferimento normativo, devo fare riferimento per redigere lo statuto. Grazie.

  3. Annarita
    Annarita at |

    salvevolevo sapere se un associazione culturale puo’ volveré corsi di formazione

  4. Jenny Zorra
    Jenny Zorra at |

    Buongiorno, io e una mia amica vorremmo aprire una associazione culturale educativa ricreativa specializzata per bambini con dislessia ecc. Non mi è però molto chiaro il punto stipendio… Diciamo che se questo diverrà il nostro principale lavoro di qualcosa dobbiamo pure campare… Come funziona? Grazie mille
    Cordiali saluti

  5. barbara
    barbara at |

    Buongiorno in merito alla domanda precedente volevo chiedere se i dipendenti / collaboratori devono essere non soci o se anche soci e presidente possono svolgere incarichi retribuiti grazie

  6. Agata
    Agata at |

    Buongiorno avendo un gruppo folk siciliano si può fare una associazione in famiglia con una sede per organizzare in contro prove di balli e organizzare serate danzanti e poi essendo siciliani si possono tenere dei prodotti siciliani come dolci bevande ec ec e venderli all’interno della sede. Grazie mille e distinti saluti

  7. anna
    anna at |

    Buongiorno,
    Le facciamo i complimenti per l’articolo e le poniamo qualche domanda..
    Vorremmo aprire uno spazio ricreativo per bambini dai 12 mesi in su, con tesseramento e quota per la partecipazione agli eventi pomeridiani proposti, per esempio lezioni di inglese tedesco e francese, oltre che offrire la possibilità ai genitori di lasciare in questo spazio i bambini la mattina per qualche ora.
    Solo una persona ha il diploma adeguato per tenere i bambini, gli altri volontari hanno diplomi o lauree non inerenti alle materie pedagogiche ma solo alle lingue e hanno tutti figli piccoli che verrebbero con noi nella sala giochi.
    I ricavati li useremmo sia per mantenere il locale , sia per raccogliere abiti e beni per i piccoli da allestire in un locale vicino alla sala ricreativa e da donare.
    Non vogliamo creare un nido o un baby parking non avendo le competenze e non riusciamo a reperire informazioni utili per inquadrare questo tipo di attività ne capire quale tipo di regolamento seguire essendo quasi un servizio allargato di babysitter.
    Sapete consigliarci?

  8. Emanuela
    Emanuela at |

    Buongiorno,
    stiamo aprendo un’associazione culturale che ha come scopo l’aggregazione delle persone attraverso la riscoperta del valore del tempo e del benessere. Organizzeremo corsi, laboratori, giochi, conferenze e, trovandosi la sede all’interno di un’associazione sportiva, servizi di supplemento allo sport. Ci sarà uno spaccio (tipo bar) dove somministreremo e venderemo ai soci i prodotti biologici e naturali del territorio.
    Abbiamo un bel giardino che potremo affittare ai soci per feste private.
    Che tipo di associazione dovremo aprire? Che obblighi fiscali abbiamo? Grazie.

  9. Patrizia
    Patrizia at |

    Buonasera,insieme ad un’amica vorrei fondare un’associazione culturale dove riunire artisti e artigiani. All’interno della quale organizzare corsi di disegno,pittura,ceramica e altre attività artigianali. Cosa devo fare?

  10. Marco
    Marco at |

    Buongiorno, complimenti per l’articolo.
    E’ da un po’ di tempo che mi frulla per la testa il pensiero di creare un gruppo di persone (soprattutto bambini e giovani) dove si potrà esprimere la propria vena artistica (letterale e musicale) singolarmente ed in gruppo.
    Una specie di ritrovo artistico per scambiare idee, scoprirsi assieme, accrescere la cultura, imparare e scoprire il/i talento/i.
    Vorrei quindi gentilmente chiederle un consiglio su come provvedere a materializzare questa idea e se, un’associazione, farebbe al caso mio.
    La ringrazio anticipatamente

  11. Giuseppe
    Giuseppe at |

    Buongiorno,
    io e una mia collega restauratrice intendiamo costruire un soggetto in grado di promuove attività culturali legate al Patrimonio Culturale. L’idea è quella avviare progetti di sperimentazione e ricerca nell’ambito della diagnostica, organizzare attività formative e performative di divulgazione, fornire servizi nel campo della conservazione, del restauro di Beni Culturali.
    Le entrate sarebbero necessarie a coprire i costi di gestione e assumere alcuni soci per realizzare le attività.
    Ritiene che l’Associazione culturale sia un soggetto idoneo?
    Grazie mille

  12. Giuseppe
    Giuseppe at |

    Grazie mille,
    risposta rapida e molto esaustiva.

  13. emanuela
    emanuela at |

    Salve!
    Ma creando un associazione culturale, all’interno si possono creare eventi di dolci da far mangiare o pasta fresca o far vedere le partite di calcio agli associati?

  14. Alessandra
    Alessandra at |

    Buon pomeriggio! la ringrazio innanzi tutto per il suo articolo…ho mille idee che mi frullano per la testa e sto cercando di capire se possono avere un fondamento o resteranno un sogno nel cassetto. Con una mia amica stiamo valutando se sia possibile o meno aprire una ludoteca/baby parking/doposcuola o quant altro. Siamo tutte e due diplomate ma non con un diploma magistrale. Ci piacerebbe trovare un locale per accogliere i bambini piccoli che ancora non vanno all asilo, tenerli nelle ore del pomeriggio post scuola fino al rientro dal lavoro dei genitori, organizzare le feste di compleanno, organizzare ogni tanto corsi di pannolenci, fimo, disegno anche per le mamme dei bambini. Ovviamente le risorse disponibili sono ridotte al minimo ma quel poco che abbiamo se fosse possibile, vorremmo investito per realizzare questo sogno. Può darci qualche informazione in merito? Noi siamo di Aprilia, in provincia di Latina. La ringrazio davvero tanto. Alessandra

  15. Maria Vittoria
    Maria Vittoria at |

    Buongiorno,
    complimenti per le risposte. Lavoro in un centro clinico (psicologia) che propone anche attività culturali gratuite (conferenze, meditazione, gruppi di formazione).
    Secondo lei ha senso creare una Associazione in cui racchiudere queste attività non prettamente cliniche? Dato che sono attività già presenti, secondo lei quali vantaggi potremmo avere con una Associazione e di che tipo?

    Grazie della risposta
    cordiali saluti

  16. Giovanna
    Giovanna at |

    Sono una pensionata e vorrei aprire con due amici un’associazione culturale per organizzare conferenze, visite a musei, gite e viaggi di un giorno, mentre per vacanze di 2 o più giorni mi affiderei ad una agenzia. Vorrei sapere se, come accompagnatrice, non guida turistica, avrei diritto ad un compenso ed eventìualmente avere la graruità nelle uscite. In questo caso è è necessario che debba fare un corso di accompagnatrice turistica ? altrimenti non saprei come emettere le ricevute.
    Grazie.
    Cordiali saluti

    Giovanna

  17. Alessandra
    Alessandra at |

    Salve vorrei costituire un’associazione culturale che diventi live club, ritrovo per musicisti, luogo di prove, jam, proiezioni a tema, laboratori ecc. Se devo somministrare bevande e alcolici basta essere un circolo? E poi le entrate ok non vanno ai soci, che rientrano solo delle spese ma a che enti istituzionali vanno? I soci anticipano e basta?
    Grazie.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.