95 Responses

← Previous Page 2 of 2
  1. ALESSIA
    ALESSIA at |

    Ciao Simone,

    grazie per la risposta!
    Ti ho scritto qualche giorno fa a proposito di cartoline d’amore. Io le ho disegnate e impostate graficamente, le stampo in tipografia e offro al rivenditore la cartolina stampata, corredata di busta e blister trasparente. Le vendo direttamente ai clienti finali attraverso un marketplace (in questo modo non sono tenuta ad avere P.I., giusto?), ma vorrei ora avvalermi di rivenditori.
    Quindi si tratta di collaborazione occasionale non continuativa, con il 20% di ritenuta d’acconto, giusto? Ho letto che dichiarando il guadagno nei ‘redditi diversi’ posso dedurre le spese di produzione (tipografia, buste e blister, spese di spedizione merce e spese di trasporto, giusto?). Nel caso volessi farmi aiutare da un’amica per la rivendita e volessi pagarla con i voucher?
    Grazie mille,
    buona serata.

    Alessia

  2. Simone
    Simone at |

    ha una risposta in merito?grazie

  3. Simone
    Simone at |

    Qualcuno mi ha addirittura proposto i voucher.
    Ha una risposta in merito al post del 27 gennaio at 18.53?
    Mi scusi ma ho visto che ha competenza sull’argomento e non ci capisco più
    nulla

  4. valeria
    valeria at |

    buongiorno, avrei alcune domande:
    ho aperto una srls poiché la ditta individuale per cui lavoravamo io e alcuni colleghi non era in grado di reagire alla crisi e mi sono imbarcata in questa impresa per salvare 9 dipendenti.

    avevamo tutti dei contratti procacciatori occasionali, ma sforando i 5000 non potevamo più lavorare.

    io vorrei tenere i ragazzi a lavoro, ma con contratti non vincolanti che permettano lo sforo del tetto di 5000 senza incorrere io in spese elevate.

    quale sarebbe il migliore contratto a livello di irpef/irap/inps/inal che potrei sottoporre?

    ho intenzione premesso di erogare i buoni pasto da 5.29 che mi permettono di abbassare i costi, ticket carburante, cadoc (voucher regalo 258 annui per dipendente) voucher sanitari (spese mediche etc) voucher famiglia (nido spesa etc) e integrare anche i voucher intesa (2000 per dipendente)

    calcolando che una media di stipendio mensile al netto vorrei restasse 1200 per persona, cosa possa fare?
    con quale contratto posso inserire tutti questi incentivi senza venire distrutta dalle tasse?

    e non trovo gli scaglioni dell’irpef che devo pagare come srls!
    qualcuno dice 27.5 altri 41 (fatturato medio 120000)

    grazie devo risolvere entro il 30/3 o sono tutti a casa!!

  5. Matteo
    Matteo at |

    Buonasera,
    ho letto con interesse sia l´articolo che i commenti e devo dire che sono stati molto utili. Tuttavia data la mia ignoranza in materia volevo esporre nel dettaglio la mia situazione: sono disoccupato ma avrei trovato un azienda interessata ad appaltarmi la costruzione di un sito web. Non essendo io possessore di partita IVA, posso farmi pagare usando la ricevuta d´acconto come lavoratore autonomo occasionale? Premetto che la cifra pattuita per il lavoro é nettamente inferiore ai 5000€.

  6. Matteo
    Matteo at |

    Grazie per la delucidazione, buona giornata a lei!

  7. BRUNA
    BRUNA at |

    lavoravo da quasi 5 anni come commessa con il cococo ora hanno chiuso la societa’ e mi hanno assunta con una nuova societa’ a tempo determinato a tre anni, sono andata all’ufficio dell’impiego e risulta che io ho firmato il passaggio della societa’.. ma loro mi hanno detto che devo far scrivere ora da un’avvocato, perche’ dopo non posso fare nulla, oltretutto renzi gli ha dato il condono tombale e avendo firmato la busta paga ho accettato tutto, ..in piu’ assunta come operaia, ma non ho contratto in mano ma sicuramente non ho il livello giusto
    e poi ho letto che dopo 12 mesi posso essere licenziata
    grazie

  8. laura
    laura at |

    Buongiorno
    volevo chiedere se con le attuali modifiche era ancora possibile fare un contratto co.co.co. per una lavorazione che dovrebbe durare circa due mesi non presso la sede del datore e se si superati i 5000 euro quale è la tassazione, è vero che cambia?

  9. Francesco
    Francesco at |

    Buon giorno, ho un contratto firmato e controfirmato con una s.p.a. da Settembre 2014 come collaboratore commerciale e operativo settore trasporti via mare mod. co.co.pro. ma mi sono accordo che lo statino stipendio rileva come qualifica co.co.co. Il 29/02/2016 il contratto scade e la società mi ha importo di aprire una partita iva e posizione enasarco per continuare a lavorare con loro in qualità di monomandatario senza stipendi, né rimborso spese viaggi ma solo con provvigioni. E’ evidente che non sono intenzionato a questa forma (costosa e inutile) di posizione. Secondo lei è tutto chiaro oppure posso attivarmi per presentare un ricorso? Grazie della cortese risposta. Cordiali saluti.
    Gaetano Chiaramonte.

  10. fabio
    fabio at |

    Salve,
    io e mia moglie siamo dipendenti e vorremmo fare qualche lavoretto extra in regola.
    Con le attuali norme, è vero che possiamo ancora usufruire della “prestazione occasionale di lavoratore autonomo” rilasciando una ricevuta? O è stato abolita questa possibilità?
    Perchè io sapevo che si poteva fare, se non si supera il limite di 30 gg annui per ogni committente e i 5000 € lordi annui.

    Mi conferma che è ancora fattibile?
    Grazie

  11. Giuseppe D'ALESSANDRO
    Giuseppe D'ALESSANDRO at |

    Viene richiesta la sostituzione di un contratto annuale per la fornitura di prestazioni inerenti la consulenza tecnico scientifica nell’ambito dell’ingegneria civile ed ambientale stipulato dall’inizio dell’anno 2016 da una società del settore con un ingegnere con partita IVA ( il tutto ristretto in una pagine e mezza) con un contratto di collaborazione , dove l’ingegnere diventa un prestatore d’opera e la società un committente(vengono richiamati gli art. 2229 e segg. del cod.civ.), completato con una serie di precisazioni tecnico funzionali. Il compenso fissato e liquidato dietro rilascio di fatture mensili non è modificato. Il contratto diventa di 5 pagine con codicilli abbastanza sottili.
    Quale conforto o consiglio viene formulato ? Devo firmare domani l’altro.

  12. Catherine Kelly
    Catherine Kelly at |

    Salve,
    Vorrei sapere se non e scritto sul contratto co co co un lavoro devo farlo lo stesso ?

    Grazie

    Catherine Kelly

  13. Ilaria
    Ilaria at |

    Buongiorno ,
    vorrei avere se possibile dei chiarimenti riguardo la mia situazione lavorativa.
    L’anno scorso ho cominciato un lavoro on line da casa con una società americana che mi paga mensilmente tramite bonifico bancario.
    (Il lavoro consiste nella valutazione dei risultati dei motori di ricerca)
    Mi hanno detto che per la tassazione in Italia me ne devo occupare io.
    Sono disoccupata e non ho altri redditi.
    L’anno scorso ho percepito di circa 4000 euro. (comunque inferiore a 5000 euro)
    -Non è necessario che apra una partita iva giusto?
    -Per la dichiarazione dei redditi devo inserire l’importo percepito nel 730 ?
    -Se l’anno prossimo superassi i 5000 euro cosa dovrei fare?

    La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti

  14. Orlando Maiorani
    Orlando Maiorani at |

    buongiorno mi chiamo Orlando Maiorani e sono un biologo a cui il centro di ricerca in cui lavoro mi ha proposto un co.co.co di sei mesi previa mia iscrizione all’albo dei biologi e quindi all’ENPAB, volevo chiederle se mi conviene, visto che poi non so se in futuro continuerò a versare contributi all’enpab o ad altro ente. grazie della risposta

  15. Pierluigi
    Pierluigi at |

    Salve se percepisco la disoccupazione e stipulò un contratto co co pro la disoccupazione si ferma automaticamente o continuo a percepirla fino a data di scadenza

  16. Ilaria
    Ilaria at |

    Salve,
    esistono dei limiti temporali al cococo?
    quante volte può essere prorogato?
    Grazie

  17. Alessandro
    Alessandro at |

    Salve Simone,
    vorrei fare il Procacciatore d’affari occasionale per una Agenzia Immobiliare pur svolgendo un altro lavoro. Questa figura lavorativa esiste ancora oggi ed eventualmente come è cambiata dopo l’abrogazione della legge Biaggi, i termini ed i limiti sono sempre gli stessi? Grazie

  18. Francesco
    Francesco at |

    Alla mia fidanzata è stato proposta una collaborazione di 40 ore (2 settimanali) con un ente di formazione professionale. L’annuncio diceva chiaramento co.co.co. Al colloquio invece le hanno parlato di 3 mesi non retribuiti e paga versata in acconto chiesto alla regione. Che significa tutto questo?!

  19. Anda
    Anda at |

    Buona sera! Lavoro come mediatore linguistico per conto di un’associazione Onlus. Fino alla fine dell’anno scorso avevo un contratto co. co. pro, da gennaio invece non ho più un contratto di lavoro, vorrei sapere se si può aprire il co.co.co

  20. Fabio
    Fabio at |

    Buonasera,
    Grazie per l’articolo, intanto. A me ed ad un amico è stato proposto un progetto, che andremo a svolgere insieme, da un professore universitario: lui non sapendo come noi assolutamente nulla sui contratti, ci ha lasciato il “compito” di informarci riguardo a quale forma contrattuale sia più opportuno stipulare. Io e il mio amico non abbiamo la partita IVA, e il progetto dovrebbe impiegare un paio di mesi massimo per essere completato.
    La domanda è: quale contratto dovremmo proporgli?

    Grazie mille in anticipo.

  21. Manuela
    Manuela at |

    Buonasera Simone,
    il 30 gennaio 2016 ho firmato un contratto co co co presso una scuola statale con scadenza il 15 giugno 2017. Nel contratto è specificato che entro tale termine devo aver lavorato 200 ore.
    Il 9 marzo farò domanda di maternità obbligatoria (4+1).
    Nel caso in cui riesca a finire entro tale termine tutte le 200 ore potrò sempre inoltrare la domanda di maternità obbligatoria o dovrò procedere con quella facoltativa?
    Cordiali Saluti
    Manuela

  22. Manuela Iavarone
    Manuela Iavarone at |

    Buongiorno,
    Ho un contratto CO.CO.CO. con una piccola azienda per un totale di euro 3600 annui. Adesso una seconda azienda vorrebbe farmi un altro CO.CO.CO per un totale di euro 7200 annui. Io lavoro molto da casa e sporadicamente (per poche ore a settimana) potrei recarmi anche in questa seconda azienda. Possono convivere i due contratti? Nessuno sa darmi una risposta chiara a questa domanda. Grazie per il suo aiuto!
    Cordiali saluti
    Manuela Iavarone

  23. Marco Vacchiano
    Marco Vacchiano at |

    Buongiorno,
    io ho un contratto a tempo determinato che scade il mese prossimo. Sono un tecnico di laboratorio e lavoro nel campo della ricerca medica in una clinica privata lombarda. Mi hanno offerto un rinnovo con un Co.Co.Co., è legale questa cosa?

    Grazie

    Marco

Lascia un commento