One Response

  1. Simone
    Simone at |

    Ho appena commentato l’articolo di Gianluca sulla salute e sicurezza dello smart worker. Ed ecco un esempio pratico di rischio che lo smart working non elimina: il sovraccarico informativo, malattia professionale trasversale che colpisce chi lavora sia dall’ufficio che da casa. Comunque, la dieta-Frabetti mi piace ed in parte la seguo già! Un programma come questo potrebbe non stonare (e forse si renderà sempre più necessario) nei corsi per la sicurezza del videoterminalista.

Lascia un commento