13 Responses

  1. Michele
    Michele at |

    Secondo il patto di servizio che si sottoscrive con il CPI, si potrebbe avere dei doveri da rispettare pena la perdita dello stato di disoccupazione. A me è capitato di sottoscrivere la DID senza essere informato dei contenuti del patto e ignorando il mio dovere di confermare la DID a distanza di un anno, ho perso lo stato di disoccupazione. Non che conti molto, dato che ormai l’anzianità di disoccupazione ha poco o nullo peso ma resta il fatto che considero questa regola, capestro. Infatti, si penalizza solo una mancanza da parte dell’utente mentre nulla succede in caso a non rispettare i suoi doveri sia il CPI: infatti non ho mai ricevuto alcun servizio, comunicazione o proposta. Sembra più una mossa per snellire le liste che altro.

  2. Mimmirella
    Mimmirella at |

    il link per Trento non funziona, o meglio dirige sul sito http://www.provincia.torino.gov.it/sportello-lavoro/
    quello corretto dovrebbe essere questo, ma non riesco ad individuare
    quel tipo di fattispecie.
    Può guardare anche lei? http://www.agenzialavoro.tn.it/lavoratori/modelli
    o http://www.agenzialavoro.tn.it/lavoratori/modelli/az_occ
    a quanto pare non basta essere disoccupati, aver dato l’immediata disponibilità al lavoro e nemmeno il fatto di non percepire alcun reddito per avere diritto ad una qualche forma di aiuto o di precedenza su posti di lavoro disponibili. Io sono pure invalida (iscritta alla Legge 68) e sono stata dichiarata soggetto svantaggiato, sono iscritta da 3 anni per l’intervento 19 e anche per l’inserimento nelle cooperative, ma niente non si muove foglia. Se avessi avuto 10 di meno sarei partita per la Germania, ma alla mia età ormai le chance sono finite anche lì, mi mancano più di 15 anni di contributi per andare in pensione. Che cosa mi consigli? di spararmi ?
    grazie

  3. Claudia
    Claudia at |

    Ho una domanda piuttosto particolare da fare e forse anche un po’ ridicola per chi conosce già la risposta. Sono residente in Sicilia ma da Gennaio sono in Lombardia per un lavoro che è durato tre mesi circa…ancora sono qui e vorrei richiedere la disoccupazione. Dato che ancora ho la residenza al Sud mi è venuto il dubbio se rivolgermi a Did on line della Regione Lombardia per il rilascio della certificazione della disoccupazione e poi al Patronato di Pavia o se sono costretta a fare tutto in Sicilia…Fatemi sapere e grazie anticipatamente.

  4. alessandro
    alessandro at |

    ciao e complimenti per il sito!
    volevo chiedere una cosa magari “stupida”…
    ho fatto domanda online x la naspi (io sono di Milano) e ora stavo facendo la did online , devo scegliere un ente accreditato dalla regione per poi fare il patto personalizzato…ma ho visto che sono veramente tanti questi enti…
    mi conviene scegliere proprio il centro dell impiego di Milano di via Strozzi o qualsiasi ente scelgo non cambia nulla?
    grazie anticipatamente

  5. alessandro
    alessandro at |

    Ok grazie mille!
    mi sono iscritto a “eurointerim” visto che è vicino a casa mia! vi farò sapere :)
    per ora mi hanno chiesto di portare modello cob c2 che online per Milano non si trova proprio…o almeno io!
    buona giornata :)

  6. Giuseppe
    Giuseppe at |

    Salve, sono residente in sicilia orientale e ho ottenuto con successo l’accreditamento e richiesto la “didonline”.Il manuale indica in un tempo massimo di 24 ore la possibilitá per il cpi di accettare o meno la richiesta dell’utente.Tale richiesta é stata da me inviata piú di due giorni fa e ancora lo stato indicato é, per l’appunto, “inviato”.
    É tutto regolare? Dovrei/potrei fare qualcosa per velocizzare o sbloccare la pratica?
    Grazie, Giuseppe.

  7. Andrea rubino
    Andrea rubino at |

    Avrei una domanda ho aperto un negozio con vendita al dettaglio a giugno 2016 e chiuso perché sempre in perdita il 31 dicembre 2016 ora disoccupato è vero che non ho diritto a nulla?

Lascia un commento