Il Team Leader

I bisogni del mercato
Di esempi di semplici idee che si sono trasformate in veri e propri successi ne esistono, e pure tanti, e non è necessario “disturbare” Mr Zuckerberg, piuttosto è possibile sufficiente dare un’occhiata anche in Italia dove numerosi sono i giovani dotati di creatività e spirito di iniziativa.
Esempi di questo genere non sono altro che la prova del fatto che nella società odierna di progetti innovativi, tecnologici, imprenditoriali ce ne sono in abbondanza.
Ma cosa si nasconde dietro idee di questo tipo? Cosa è che permette ad un progetto di ingranare? Uno degli elementi chiave è senza dubbio la presenza di un gruppo di lavoro affiatato che sappia lavorare in maniera funzionale e sincronizzata. E dietro-dentro un team che lavori efficacemente si nasconde una figura professionale di fondamentale importanza: il team leader.

                    

LA PROFESSIONE
  Il team Leader

 

Ruolo e mansioni
Il compito di un bravo team leader consiste, cercando di prestare attenzione alle caratteristiche professionali e personali di ogni singolo componente del gruppo, nel fare in modo che tali caratteristiche possano sposarsi all’interno degli obiettivi che è necessario raggiungere (sia nel caso in cui la richiesta provenga da clienti privati che dall’azienda).
A partire da un costante dialogo con le altre figure afferenti al progetto, al fine di individuare le energie che dovranno essere investite fase dopo fase, il team leader incentiva la crescita della persona all’interno della filosofia dell’azienda.
Prestando attenzione alle potenziali situazioni di stress, cali improvvisi di rendimento e di concentrazione del gruppo, inoltre, il team leader, ottimizzando tempi e fasi, motiva il gruppo per fare in modo che ogni singolo componente possa, con entusiasmo, avere chiara la vision dell’idea progettuale e collaborare in maniera sincronizzata col team.
Tutto il lavoro del team leader dunque è orientato  all’iter percorso dal gruppo per il conseguimento degli obiettivi.

Percorso formativo e competenze
Personalità carismatica, creatività, spiccate capacità relazionali ed empatiche, competenze relative alla gestione di gruppi, affiancate da una approfondita  conoscenze delle principali forme di comunicazione e tecniche persuasive e capacità di problem solving; quest’ ultima in particolare deve essere orientata sia alla risoluzione di problemi complessi ma anche di problemi “semplici”, infatti “capita spesso di vedere un gran lavoro nella ricerca e nell’analisi di montagne di dati, ecc.
E’ molto utile, ma spesso viene fuori che ci sono tanti piccoli problemi già evidenti e sotto gli occhi di tutti, che non hanno bisogno di infinite analisi per essere riconosciuti come tali e che spesso presi singolarmente non sono difficili da risolvere.
Allora, prima di risolvere i massimi sistemi, è necessario risolvere prima quelli. Uno alla volta, partendo dal più ovvio e dal più semplice.
Risolvere qualcosa infonde un clima di fiducia, che predispone ad una migliore e più feconda collaborazione per raggiungere l’obiettivo finale del progetto” (fonte: Below the Biz).
Per ampliare tali competenze il percorso formativo da intraprendere lascia spazio a diversi corsi e master (Laurea in Scienze della Comunicazione, Psicologia, Sociologia).

Tipo di assunzione e stipendio
Il team leader può essere convocato tramite contratto Co.Co.Pro. in veste di libero professionista, come consulente esterno o essere assunto come dipendente all’interno di un’impresa con contratto a Tempo Determinato o Indeterminato con uno stipendio base, il quale può aumentare in funzione del percorso esperienziale e professionale compiuto, che oscilla dai 1.500 euro ai 2.300 euro.

Simona Lauri
 

Print Friendly

2 Responses

  1. viviana
    viviana at |

    la retibuzione a cui si fa riferimento è da intendersi come netto mensile?
    grazie

  2. Alessia Gervasi
    Alessia Gervasi at |

    Al netto, si tratta comunque di una stima basata sui dati risalenti al periodo in cui è stato scritto l’articolo, cioè il 2012

Lascia un commento