Lavorare meno, lavorare tutti? Il decennio del part-time

Nel mercato del lavoro italiano, il tempo parziale è il protagonista dell'ultimo decennio. E se il trend che ha caratterizzato il periodo 2007-2016 proseguirà, forse il lavoro a tempo pieno sarà destinato a diventare una forma residuale. 

È soprattutto il lavoro dipendente a registrare un forte incremento di part-time. Nel 2007, più di 16 rapporti di lavoro subordinato su 100 erano a tempo parziale, contro i poco meno di 12 nell'ambito del lavoro autonomo.

Dieci anni dopo, in Italia si contano 337.300 dipendenti in più, ma 501.200 lavoratori autonomi in meno. Il mercato del lavoro è cambiato: meno co.co.pro. e meno associati in partecipazione (definitivamente cancellati dal decreto di riordino dei contratti di lavoro, nel 2015) e meno professionisti a Partita IVA. Più lavoratori dipendenti, invece, molti dei quali con contratti a termine, ma meno ore di lavoro, nel 2016. Un dato confermato dall'esplosione dei part-time.

Lavora a tempo parziale 1 lavoratore dipendente su 4. Cioè, solo il 75% dei dipendenti, in Italia, ha un lavoro a tempo pieno. In termini assoluti, rispetto al 2007, ci sono il 45% di part-timer in più, nel lavoro alle dipendenze e la quota cresce di anno in anno – tra gli autonomi, invece, dopo il picco del 2014 c'è stato un calo.
È un segno del lavoro che cambia, almeno in Italia.Esistono interi settori dove la modalità di lavoro tipica non è a tempo pieno, come le pulizie o l'assistenza alla persona. Sono lavori svolti da personale dipendente che spesso cumula più rapporti di lavoro part-time in orari diversi della stessa giornata. Capita, ad esempio, che uno stesso operatore pulisca alcuni uffici prima dell'apertura ed altri alla chiusura. Sono tipologie di lavoro che possono interessare professionalità più o meno basse – per quanto nell'assistenza lavorino anche specialisti laureati – ma che difficilmente possono andare incontro a delocalizzazioni.

Che sia questa la chiave di lettura per l'avanzata del part-time in Italia, l'impossibilità di spostare la produzione dei servizi dove il lavoro costa meno?

Per ora, il dato da registrare è che il lavoro autonomo part-time non ha ancora preso piede. Ma con l'affermarsi della Platform Economy, dove i gig worker sono tipicamente autonomi e hanno incarichi discontinui, forse qualche cifra è destinata a cambiare.

Simone Caroli

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento